Vibrazioni ed emozioni di speranza di Cosimo Allera
Vibrazioni ed emozioni di speranza di Cosimo Allera
di Allera Arte

15/05/2017 - Un percorso artistico in continua crescita quello dello scultore Cosimo ALLERA, il quale nelle sue opere racconta l’uomo, nella sua grandezza e nella sua finitezza, continuamente alla ricerca di una propria collocazione nell’immenso spazio del creato. Allera nella sua scultura si serve di un singolare linguaggio espressivo nell’uso del ferro per dare forza ai suoi stessi soggetti, in primis all’uomo stesso che con urgenza ha bisogno di dover affrontare con maggiore vigore le grandi sfide dei cambiamenti in atto nel mondo contemporaneo . Le sue sculture sembrano sottoporsi in uno sforzo di auto-affermazione, quasi come se volessero dichiarare la loro esistenza e voler stabilire nuove sinergie con lo spazio circostante con la loro stessa materialità per poi volersi sottrarre e rinunciare d’ esistere o affermare una loro nuova e assurda dimensione, dematerializzandosi, facendone venire meno i primordiali segni estetico corporei dalle forme e dai volumi . Cosa voglia dirci Cosimo ALLERA con la sua arte credo non sia affatto semplice … Si percepisce un angoscioso desiderio di ricercarsi ricercando, di comprendere la verità della propria esistenza e quella di tutto ciò che si muove attorno, servendosi di una scultura potentemente espressiva e carica di energia. Un discorrere artistico che è quello di un dialogo dell’uomo con se stesso proiettato nel creato e rappresentato da volumi la cui materia non manca di eccessi tridimensionali. La spazialità delle forme acquistano a volte esasperate altezze o si svuotano divenendo superfici sagomate a traforo o morfologicamente decorticate. Un’ arte avventurosa propone allo spettatore un iter plastico tra il costruttivo e il decostruttivo, tra i pieni e i vuoti, tra la massa e l’ esilità, tra superfici lisce o ruvide. Contrasti chiaro-scurali intensi modellano la materia dei corpi con improvvisi sviluppi verso l’ alto o il basso, il lungo o il largo, nel tentativo di rapportarsi con l’infinto nel quale forte è il senso di smarrimento ed alto il rischio del senso di smaterializzazione. Le figure spesso vengono concepite come moduli disposti con un ordine seriale nello spazio, alla ricerca di una loro piena affermazione integrandosi con esso per poi, addirittura, come se volessero improvvisamente sottrarsi per scomparire, autodistruggersi… Le sculture di Cosimo ALLERA riflettono dunque le dinamiche di un uomo alla ricerca disperata di se stesso e della propria identità, consapevole che la storia sia fatta di assurde contraddizioni. Tenta di rappresentare con la materia stessa da lui scolpita la bellezza primordiale del creato poi svilita dalle ferite profonde violentemente subite. La sua prossima mostra che sarà inaugurata il 19 maggio al Castello Aragonese di Reggio Calabria alle ore 18,30,aperta al pubblico fino al successivo 28 maggio, propone un’occasione per ricercare ancora attraverso “Vibrazioni ed Emozioni di Speranza” la speranza dentro l’uomo che egli raffigura anche mediante alcune sue tavole grafiche. In esse il senso della vita viene dato dalla molteplicità e varietà dei colori che animano da sempre il creato ed esaltano quel capitale umano di cui disponiamo, del quale riscoprire le grandi qualità morali necessarie e da cui ricominciare…

Allegato: clicca qui
Commenti degli utenti
Nessun commento rilasciato.